Quando si può sostituire la pallina da golf?

Lungo il percorso, in particolare in certi campi da golf, è necessario sostituire la pallina perché risulta non giocabile per vari motivi. In realtà, è possibile sostituirla anche in altre circostanze, sempre nel rispetto delle regole del gioco. Perché se è vero che è possibile fare il cambio della palla quando si preferisce, non bisogna dimenticare che esistono delle restrizioni in merito.

la sostituzione della pallina da golf

Indicazioni per sostituire la palla

Dunque, è possibile sostituire la palla per qualsiasi motivo, anche se essa risulta ancora giocabile; il golfista Ernie Els, per esempio, dice di fare sempre la sostituzione dopo ogni birdie. Tuttavia, ci sono delle indicazioni da seguire. Innanzitutto, se si tira la palla fuori limite o in un ostacolo d’acqua, è possibile rimpiazzarla con una nuova anche se l’altra fosse recuperabile; in alcuni campi da golf questa eventualità è molto probabile, in quanto possono essere ricchi di ostacoli. Tra l’altro, in qualsiasi momento un golfista può decidere di dichiarare la propria pallina ingiocabile, perciò può sostituirla anche se fosse recuperabile. A maggior ragione, durante il gioco di una buca, è possibile fare il cambio se la palla appare inservibile; essa deve presentare tagli visibili, rotture o modifiche della forma, dei semplici graffi non sono sufficienti; a livello pratico, il giocatore deve segnalare l’intenzione di sostituire la pallina, marcare la posizione dell’originale e permettere all’avversario o al compagno di assistere a tutta la procedura.

Una forte restrizione viene applicata nella zona del putting green, ossia l’ultima prima della buca; qui è ammesso solo l’uso della pallina originale, a meno che questa non sia davvero inservibile o se prima è stata dichiarata ingiocabile dal golfista stesso; in caso il giocatore cercasse comunque di sostituire l’originale, incorrerebbe in due colpi di penalità o nella perdita della buca, in base alla modalità di partita praticata. Poi, se un giocatore compagno o l’avversario dovesse contestare l’inservibilità della pallina di un altro golfista, esso può comunque procedere alla sostituzione; tuttavia, se in seguito viene fatto reclamo, il comitato competente ha il diritto di ispezionare la palla e il giocatore potrebbe perdere la buca. Nella modalità Stroke Play, il golfista può giocare due palle e poi chiedere al comitato di decidere in merito. Infine, finché non si conclude il colpo con la pallina sostituita in modo non corretto, il giocatore fa ancora in tempo a rimettere in gioco l’originale; ma se persevera con il comportamento sbagliato, incorre in diverse penalità. Nel caso del Match Play, si perde la buca; nello Stroke Play, invece, vengono assegnati due colpi di penalità; inoltre, in questa modalità, occorre concludere la buca con la palla sostitutiva, anche se la procedura non è corretta, per non incorrere in ulteriori due colpi di svantaggio.

Palla da golf e penalità

I golfisti possono incorrere in altre penalità legate al gioco della pallina. In particolare, si possono riscontrare delle irregolarità in merito all’area di partenza. Nei campi da golf, l’area di partenza, delimitata da alcuni indicatori, è la zona in cui deve essere posizionata la palla, supportata dal tee, all’inizio del gioco di una buca. La pallina non può uscire da quei confini, mentre il giocatore può posizionare i piedi anche fuori dall’area, cioè, in gergo, può “prendere lo stance” oltre la zona di partenza. Una pallina è considerata fuori dall’area di partenza, quando è completamente fuori da confini. In questo caso, il colpo risulta nullo e il golfista incorre in due colpi di penalità, nel caso dello Stroke Play; se il giocatore non corregge l’errore, dopo il terzo colpo viene squalificato. Nel Match Play non è prevista una penalità, ma l’avversario può chiedere di annullare il colpo e di farlo ripetere nell’area di partenza. Infine, le stesse punizioni vengono applicate qualora il golfista effettui il tiro da una qualsiasi area sbagliata, anche se la posizione fosse più arretrata rispetto a quella giusta; dunque, il primo colpo sbagliato verrebbe annullato, così come il secondo, mentre il terzo comporterebbe la squalifica. In conclusione, è bene fare attenzione a ogni particolare quando si gioca a golf, in quanto sono diversi i casi in cui si può incorrere in una penalità, più o meno grave; quindi, accertarsi spesso delle condizioni della palla, sostituendola solo quando si è sicuri che la procedura sia corretta e ammissibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *