Il set di bastoni per i principianti

All’interno della vasta categoria dell’attrezzatura da golf, i bastoni ricoprono un ruolo molto importante. Essi sono di diversi tipi per ogni modalità di tiro, ma si differenziano anche per qualità e grado di maneggevolezza. Per questo motivo, i principianti della disciplina dovrebbero porre attenzione alla composizione del loro primo kit di bastoni.

attrezzatura da golf: come scegliere i bastoni per i principianti

I bastoni per iniziare

I golfisti principianti hanno, ovviamente, tutta una serie di difficoltà legate all’inesperienza; in questa prima fase, dunque, è necessario dotarsi dell’attrezzatura da golf idonea a facilitare le prime prove di gioco. La principale difficoltà è colpire nel modo giusto la palla, ossia può capitare di “toppare” il tiro, colpendo solo la parte superiore della pallina, oppure, capita di colpire il terreno, o ancora di toccare la pallina con una parte sbagliata del bastone, come la punta o il tacco. Un’altra problematica riguarda il riuscire a colpire la pallina perpendicolarmente alla faccia del bastone e in un punto centrale della superficie, evitando la tipica virata a destra dei principianti. Inoltre, i neofiti del golf hanno, solitamente, swing piuttosto lenti.

Viste le difficoltà che si possono presentare, un principiante dovrebbe usare bastoni “facili” e dotati di alta tolleranza, dunque, essi dovranno avere certe caratteristiche. Innanzitutto, la testa dovrebbe essere piuttosto ampia, in quanto una superficie più grande riduce le possibilità di errore. Nel caso dei ferri, sono preferibili i cavity back, che permettono di rendere più solidi ed efficaci anche i tiri poco centrati; in generale, per ciò che riguarda i ferri, la distribuzione perimetrale del peso migliora gli effetti dei tiri imprecisi, un’ampia suola permette alla testa di scivolare meglio sul terreno, infine, uno shaft più corto aumenta la precisione del colpo. Per quanto concerne i tiri lunghi, si consigliano legni e ibridi con un loft alto e un centro di gravità basso; il loft elevato, infatti, permette di alzare meglio la palla e farla volare su una più ampia distanza, nonché favorisce l’effetto backspin che, contrastando lo spin laterale, genera voli più dritti. Poi, il driver ideale dovrebbe avere una testa con volume superiore ai 430cc, ossia, con una maggiore superficie della faccia; il loft, invece, dovrebbe essere compreso tra i 12 e i 15 gradi. Infine, per quanto riguarda i tiri putt per centrare la buca, ciò che influenza di più il risultato è l’esperienza, non il tipo di bastone putter utilizzato.

 

La composizione del set per principianti

Una volta analizzate le caratteristiche generali dei bastoni, occorre comporre il set in modo da ottenere un’efficace attrezzatura da golf per principianti. Partendo dai ferri, è consigliato inserire nella sacca un set di cavity back che vanno dal ferro 6 al Pitching Wedge, aggiungendo eventualmente un Sand Wedge, in caso di presenza di bunker di sabbia nel percorso. Comunque, è consigliabile non inserire nel set i ferri lunghi, ovvero il 3, il 4 e il 5, sostituendoli, per i colpi lunghi, con legni più angolati, come il 5, il 7 e il 9, oppure con degli ibridi (3, 4 e 5). Una sacca tradizionale, per ogni partita, contiene un massimo di 14 pezzi, ma fin quando si è dei principianti, è sufficiente un numero minore di bastoni. Per gli inesperti, i legni restano i bastoni più facili, in quanto hanno le facce e le suole più ampie; lo shaft migliore dovrebbe essere leggermente più corto della media.

Poi, la composizione del set è determinata dalla velocità di swing. Ad esempio, le donne, i ragazzini e i giocatori più anziani, hanno una velocità media compresa tra i 100 e 130 km/h, perciò sono maggiormente necessari i legni e gli ibridi, o comunque i bastoni con un loft più alto, che favorisce l’innalzamento della pallina in aria. Gli uomini, che mantengono una velocità media di swing tra i 130 e 145 km/h, al set dovranno aggiungere i ferri 5 e 6, ma dovranno preferire, comunque, gli ibridi ai ferri lunghi. Inoltre, bisogna aggiungere un driver, con le caratteristiche sopra descritte; in caso si abbiano ancora difficoltà, scegliere un driver con lo shaft un po’ più corto. Infine, è consigliabile un putter mallet a testa larga, caratterizzato da un grande MOI, una scarsa tendenza a ruotare, ma un buon sistema di allineamento. In conclusione, un set per principianti dovrebbe contenere circa 10 bastoni: due legni, tre ibridi, due ferri e un putter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *